Da Is Arenas a Tonnara (Marina di Gonnesa)

DESCRIZIONE

Il sito si trova all'interno di un campo dunale della lunghezza di circa 3000 m; la spiaggia è larga anche 150 m. è del tutto pianeggiante ed è separata dal campo dunale da un gradino di diversi metri di altezza. L'intero arenile e il campo dunale sono formati da sabbie continentali di origine eolica appartenenti al quaternario eluviale. Le dune che costeggiano il lato SW della palude "Sa masa" sono descritte come sabbie stratificate, spesso cementate (panchina antica), di origine Wurmiana con resti di Elephas melitensis Falc. (Comaschi Caria, 1965) ritrovato nelle dune fossili coeve di Funtana Morimenta a circa 3,5 Km dal mare. Il clima è di tipo termomediterraneo superiore con ombroclima secco e con venti frequenti dominanti di NW. E' presente la vegetazione ascrivibile al Pistacio lentici-Juneperetum macrocarpae habitat prioritario della direttiva 92/43 CEE che contribuisce notevolmente alla stabilizzazione delle dune. Tale sito risulta essere una delle poche aree che da S. Antioco a Masua mostra una elevata naturalità.



DESCRIPTION

The site is located within a dune field length of 3,000 m; the beach is 150 m wide. It is entirely flat and is separated from the dune field by a step of several meters in height. The entire beach and the dune field are formed by continental sands of aeolian origin belonging to the Quaternary eluvial. The dunes that border the swamp "Sa Masa" SW side are described as stratified sand, often cemented (former coach), of the Wurm origin with remains of Elephas melitensis Falc. (Comaschi Caria, 1965) found in the fossil dunes contemporary Funtana Morimenta about 3.5 km from the sea. The climate is dry with superior thermo-type ombroclima and frequent winds NW. And 'This vegetation due to Pistacio lentic-Juneperetum macrocarpae priority habitats of Directive 92/43 EEC, which contributes considerably to the stabilization of the dunes. That site appears to be one of the few areas that from S. Antioco in Masua shows a high naturalness.


Denominazione

Da Is Arenas a Tonnara (Marina di Gonnesa)

Codice

ITB042250

Regione

Sardegna

Capitaneria di porto

Comune di Gonnesa

Superficie (Ha)

532.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

39.279400

Longitudine

8.428900

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Assessorato Difesa dell'ambiente
Decreto n. 100 del 26.11.2008
Approvazione del piano di gestione del SIC ITB042250 “Da Is Arenas a Tonnara (Marina di Gonnesa)”

A. Prescrizioni comuni per tutti i piani
A.9) Eventuali habitat e specie delle direttive “Habitat” e “Uccelli” presenti nel territorio non indicati nei piani di gestione o non rilevati in fase di istruttoria sono comunque sottoposti a tutela ai sensi delle medesime direttive e dovranno essere segnalati agli uffici del competente Servizio Tutela della Natura anche se rilevati in una fase successiva all’approvazione dei piani.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

Assessorato Difesa dell'ambiente
Decreto n. 100 del 26.11.2008
Approvazione del piano di gestione del SIC ITB042250 “Da Is Arenas a Tonnara (Marina di Gonnesa)”.

Piano di gestione
11.5.1 Regolamentazione
Sono da considerare non ammissibili e vietati:
1. Il rilascio e dispersione di sostanze e prodotti inquinanti di qualsiasi natura;
2. la cattura, l'uccisione, il maltrattamento ed il disturbo della fauna selvatica di interesse conservazionistico indicata all’interno del Piano di Gestione, ad eccezione di quanto eseguito per fini di ricerca e di studio previa autorizzazione del soggetto gestore del SIC;
3. la raccolta ed il danneggiamento della flora spontanea di interesse conservazionistico indicata all’interno del Piano di Gestione, ad eccezione di quanto eseguito per fini di ricerca e di studio previa autorizzazione del soggetto gestore del SIC;
4. il prelievo di materiali rocciosi e sabbiosi nonché di materiali di interesse geologico e paleontologico, ad eccezione di quello eseguito, per fini di ricerca e di studio, previa autorizzazione del soggetto gestore del SIC;
5. l’introduzione, al di fuori delle aree urbane, di specie di flora e fauna estranee all’area e incoerenti rispetto alle esigenze di tutela della flora autoctona;
(...)
7. L’abbandono di rifiuti di qualsiasi natura;
(...)
10. l’introduzione e conduzione di animali domestici in libertà all’interno dell’area lagunare e del settore di spiaggia e dunale;
(...)
13. l’ancoraggio delle imbarcazioni di qualunque genere in corrispondenza delle praterie di posidonie (Cod. Nat. 1120* Posidonion oceanicae).

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili