Palude di Osalla

DESCRIZIONE

Il biotopo è localizzato nella bassa piana alluvionale del fiume Cedrino. Comprende unità fisiografiche fluvio-litorali quali depositi alluvionali olocenici, canali di magra e paleoalvei del Cedrino, cordone litorale e depositi eolici di retrospiaggia. Nell'area sottomarina sono presenti: spiaggia sommersa, conoide della foce del Cedrino, linee di rive sommerse in facies di Beach-rock. Il sito si caratterizza per la presenza del fiume Cedrino, un corso d'acqua che con le sue alluvioni ha dato origine all'arenile della grande spiaggia di Osalla, caratterizzata dalla Pineta a Pinus pinea e dalle formazioni psammofile tra le quali le più diffuse sono quelle occupate principalmente dal papavero delle spiagge (Glaucium flavum). Alle spalle dell'arenile gli stagni di su Pedrosu e Avalé, colonizzato da una fitta e ricca vegetazione ripariale costituita prevalentemente da salici, tamerici e fragmiteti importanti siti di nidificazione di numerose specie dell'avifauna acquatica. La zona costiera rappresenta un settore di grande interesse naturalistico sia per gli aspetti fitogeografici e sia per quelli floristici e vegetazionali. Vi si trovano ambienti costieri di pregio vegetazionale, con la vegetazione psammofila e rupicola costiera, ambienti marini con praterie di Posidonia oceanica, ambienti ripariali con vegetazione idrofila, e ambienti collinari e rocciosi con le macchie a euforbia e le boscaglie a oleastro, ambienti di cresta con le garighe rupicole e la vegetazione casmofitica. La fascia costiera sabbiosa e rocciosa è caratterizzata da diversi tipi di boscaglie e macchie. La macchia ad olivastro e lentisco, e ad euforbia sono le più diffuse della fascia costiera soprattutto ai limiti delle cenosi boschive. La vegetazione acquatica si presenta con le formazioni edafoigrofile di comunità a giuncheti, a fragmiteti, a tifeti, a scirpeti: in particolare con la vegetazione acquatica palustre di acque dolci a Thypha angustifolia e Scirpus lacuster e con la vegetazione igrofila elofitica di acque salmastre a Scirpus maritimus e a Phragmites australis. La vegetazione ad elevato pregio degli ambienti umidi di acque dolci, con le boscaglie a Tamerici accompagnate da salici e nelle parti più interne da ontani.



DESCRIPTION

The biotope is located in the alluvial plain background Cedrino river. It includes physiographic units such as fluvial-coastal Holocene alluvial deposits, lean channels and riverbeds of the Cedrino, sandbar and wind of backshore deposits. underwater area there are: submerged beach fan of Cedrino, submerged shore lines facies Beach-rock. The site is characterized by the presence of the Cedrino River, a waterway that with its floods gave all'arenile origin of the great Osalla beach, characterized by the Pineta Pinus pinea and the psammophilous formations including the most common are those mainly occupied by the poppy beaches (Glaucium flavum). Behind the beach and ponds of Pedrosu avale, colonized by a dense and rich riparian vegetation consists predominantly of willows, tamarisks and reeds important nesting sites of many species of wild aquatic. The coastal zone is an area of ​​great interest for both phytogeographical aspects and for those floristic and vegetation. There are coastal environments of vegetation value, with psammofila vegetation and coastal rupicola, marine environments with Posidonia meadows, riparian environments with hydrophilic vegetation and hilly and rocky areas with stains on milkweed and woods in a wild olive tree, crest environments with garrigue rupicole and chasmophytic vegetation. The sandy and rocky coastline is characterized by different types of woods and stains. The stain to olive and mastic, and spurge are the most widespread of the coastal strip especially to the wooded cenosis limits. The aquatic vegetation is presented with edafoigrofile community formations rushes, in reeds, in tifeti at scirpeti: in particular with the marsh aquatic vegetation freshwater to Thypha angustifolia and Scirpus lacuster and the hydric vegetation helophytic brackish waters Scirpus maritimus and Phragmites australis. The high valuable vegetation of freshwater humid environments, with woods in Tamerici accompanied by willows and into the innermost parts by alders.


Denominazione

Palude di Osalla

Codice

ITB020013

Regione

Sardegna

Capitaneria di porto

Comune di Orosei

Superficie (Ha)

985.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

40.358100

Longitudine

9.711700

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Assessorato Difesa dell'ambiente
Decreto n. 14 del 28.02.2008
Approvazione del piano di gestione del SIC ITB 020013 Palude di Osalla

A. Prescrizioni comuni per tutti i piani
A.9) Eventuali habitat e specie delle direttive “Habitat” e “Uccelli” presenti nel territorio non indicati nei piani di gestione o non rilevati in fase di istruttoria sono comunque sottoposti a tutela ai sensi delle medesime direttive e dovranno essere segnalati agli uffici del competente Servizio Tutela della Natura anche se rilevati in una fase successiva all’approvazione dei piani.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

Assessorato Difesa dell'ambiente
Decreto n. 14 del 28.02.2008
Approvazione del piano di gestione del SIC ITB 020013 Palude di Osalla.

Piano di Gestione
11.5.1 Regolamentazione
Sono da considerare non ammissibili e vietati:
1. Il rilascio e dispersione di sostanze e prodotti inquinanti di qualsiasi natura;
2. la cattura, l'uccisione, il maltrattamento ed il disturbo della fauna selvatica di interesse conservazionistico indicata all’interno del Piano di Gestione, ad eccezione di quanto eseguito per fini di ricerca e di studio previa autorizzazione del soggetto gestore del SIC;
3. la raccolta ed il danneggiamento della flora spontanea di interesse conservazionistico indicata all’interno del Piano di Gestione, ad eccezione di quanto eseguito per fini di ricerca e di studio previa autorizzazione del soggetto gestore del SIC;
4. il prelievo di materiali rocciosi e sabbiosi nonché di materiali di interesse geologico e paleontologico, ad eccezione di quello eseguito, per fini di ricerca e di studio, previa autorizzazione del soggetto gestore del SIC;
(...)
7. l’abbandono di rifiuti di qualsiasi natura;
(...)
13. l’ancoraggio delle imbarcazioni di qualunque genere in corrispondenza delle prateriedi posidonie (Cod. Nat. 1120* Posidonion oceanicae).

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili