Lago di Baratz - Porto Ferro

DESCRIZIONE

Unico lago naturale della Sardegna, alimentato dal solo bacino imbrifero che lo circonda. Area geologicamente costituita da formazioni di rocce sedimentarie, prevalentemente arenarie e sabbie, e rocce metamorfiche di tipo scistoso. Presenza di dune sabbiose estese per circa 850 m da nord-ovest a sud-est che raggiungono una quota massima di circa 70 m (Punta Sa Guardiola) ed una quota minima di 40 m. La duna è costituita da terreni sabbiosi sovrastanti arenaria con inter-stratificazioni argillose. Negli anni '50 sulla duna è stata impiantata una vegetazione di conifere del genere Pinus. Assenza di emissari; le rive del lago sono sabbiose nel tratto sud orientale e sud occidentale, rocciose in tutti gli altri settori. Non ha sbocchi verso il mare pur essendo a brevissima distanza da esso (1.25 km). Unico lago naturale della Sardegna alimentato da un limitato bacino imbrifero, sulle dune consolidate nella parte meridionale, è circondato da impianti artificiali di Pinus pinea, dove si è sviluppato un interessante sottobosco a base di Juniperus phoenicea ssp. turbinata, Rhamnus alaternus, Pistacia lentiscus e Chamaerops humilis. La fascia perilacuale presenta frammenti di vegetazione a Juncus acutus e sulle acque più prossime alla riva importanti aspetti delle formazioni a Potamogeton sp. Lungo tutto il settore meridionale prossimo alla riva si sviluppa una fascia a Tamarix africana, originatasi nel momento in cui il livello del lago era superiore a quello attuale.



DESCRIPTION

The only natural lake in Sardinia, powered only by the catchment area surrounding it. Area geologically formed by formations of sedimentary rocks, mainly sandstones and sands, and metamorphic rocks of schist type. Presence of sand dunes extended for about 850 m from the northwest to the southeast reaching a maximum altitude of about 70 m (Punta Sa Guardiola) and a minimum altitude of 40 m. The dune is constituted by the overlying sandstone sandy soils with inter-clay layers. In the 50 it was implanted on the dune vegetation of conifers like Pinus. No emissaries; the banks of the lake are sandy in the south eastern section and the south west, rocky in all other sectors. It has no outlets to the sea while being a short distance from it (1.25 km). The only natural lake in Sardinia fed by a limited catchment area, the dunes consolidated in the southern part, is surrounded by artificial systems of Pinus pinea, where he developed an interesting underbrush based phoenicea Juniperus spp. swirled, Rhamnus alaternus, Pistacia lentiscus and Chamaerops humilis. The perilacuale band presents fragments of vegetation Juncus acutus and the most waters close to the shore of the important aspects formations Potamogeton sp. All along the southern sector near the shore grows an African Tamarix band originated when the lake level was higher than the current.


Denominazione

Lago di Baratz - Porto Ferro

Codice

ITB011155

Regione

Sardegna

Superficie (Ha)

1309.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

40.685600

Longitudine

8.212200

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Assessorato Difesa dell'ambiente
Decreto n. 22530/36 del 22 ottobre 2015
Approvazione del piano di gestione del SIC ITB011155 “Lago di Baratz e Porto Ferro”

A. Prescrizioni comuni per tutti i piani
A.9) Eventuali habitat e specie delle direttive “Habitat” e “Uccelli” presenti nel territorio non indicati nei piani di gestione o non rilevati in fase di istruttoria sono comunque sottoposti a tutela ai sensi delle medesime direttive e dovranno essere segnalati agli uffici del competente Servizio Tutela della Natura anche se rilevati in una fase successiva all’approvazione dei piani.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

Assessorato Difesa dell'ambiente
Decreto n. 22530/36 del 22 ottobre 2015
Approvazione del piano di gestione del SIC ITB011155 “Lago di Baratz e Porto Ferro”.

Regolamento del Sito allegato al Piano di Gestione

Regolamento delle attività di accesso, circolazione, fruizione turistico ricreativa e di realizzazione, allestimento e gestione delle opere e impianti di facile rimozione a servizio delle opere della fruizione turistico ricreativa e della balneazione nel sito di importanza comunitaria (SIC) “Lago di Baratz Porto Ferro” (ITB011155).

TITOLO 1 – PRINCIPI GENERALI
(...)
Art. 4 - Disposizioni generali
6. Il presente regolamento fa salva ogni altra normativa di settore vigente sul territorio e in particolare:
(...)
h) il Regolamento dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia – Isola Piana.

TITOLO 3 – DISCIPLINA SPECIFICA PER GLI AMBITI DI APPLICAZIONE NELLA FASCIA COSTIERA

Art.8 - Settore marino-sommerso e praterie di Posidonia oceanica
1. Sono ammessi:
b) l’ancoraggio delle imbarcazioni esclusivamente su fondale sabbioso in assenza di praterie di Posidonia oceanica;
(...)
d) l’ancoraggio al fondo dei sistemi di segnalazione dei corridoi di lancio e di gavitelli di ormeggio solo mediante i seguenti sistemi: ancoraggio tipo "Harmony", costituiti da molle, eliche o spirali avvitate al fondale; sui fondi duri ancoraggio tipo "Halas", anelli di acciaio portati da barra e staffa cementati sul fondo; sui fondi sabbiosi misti a Posidonia potranno essere utilizzate le ancore ad espansione inserite nel fondale tipo "Manta Ray". Per tutti questi dispositivi è auspicabile l'utilizzo di catenarie in tensione attraverso apposito galleggiante sommerso o semisommerso ("jumper");
2. Non sono ammessi:
a) l'ancoraggio sul fondale di gavitelli, di corridoi di lancio e di ormeggi in genere sulla prateria di Posidonia oceanica e in una fascia di almeno 10 metri di distanza dal limite superiore della prateria stessa;
b) l'utilizzo di corpi morti per l'ancoraggio sul fondale di gavitelli e altri sistemi di ormeggio e di corridoi di lancio;
c) l'utilizzo di catenarie per gavitelli, corridoi di lancio o ormeggi in genere che sfiorano il fondale.

Art. 12 - Lago Baratz e fascia perilacuale
2. Non sono ammessi:
d) la balneazione e la navigazione con natanti di ogni genere;
(...)
i) lo sversamento di acque, reflui e prodotti inquinanti;
j) la rimozione di specie vegetali e animali, nonché l’alterazione, il danneggiamento e il
disturbo della flora, della vegetazione e della fauna naturali;
l) l'installazione e l'utilizzo di fonti luminose e di apparecchi di diffusione sonora.

Art. 13 - Costa rocciosa
2. Non sono ammessi:
h) lo sversamento di acque, reflui e prodotti inquinanti;
(...)
k) l'installazione e l'utilizzo di fonti luminose e di apparecchi di diffusione sonora.

Art.15 - Sanzioni
1. Il mancato rispetto degli obblighi previsti dal presente regolamento comporta le sanzioni di legge e regolamenti vigenti e l'eventuale revoca dell'autorizzazione concessoria coerentemente con quanto disposto dalle Direttive Regionali di cui alla DGR n. 25/42 del 01 luglio 2010.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili