Capo Testa

DESCRIZIONE

Penisola situata all'estremità nord-occidentale della Sardegna, alcuni km ad ovest di S. Teresa di Gallura. Il collegamento con la Sardegna è dato da un istmo che nel punto più stretto non supera i 100 mt di larghezza. Il SIC è caratterizzato da una singolarità del paesaggio, segnata dalla presenza di una morfologia costiera particolarmente frastagliata ed articolata cui si susseguono lunghe e strette insenature, isole ed isolotti (p.e. l'Isola Munnicca e l'isolotto Munichedda). Tra gli arenili sabbiosi si ricordano quelli di Santa Reparata e di La Colba e la suggestiva spiaggia di Rena Bianca. L'entroterra è anch'esso caratterizzato da una notevole varietà di forme tipiche del granito; i rilievi di maggiore rilevanza sono quelli di La Turri (127 m s.l.m.), nella parte sud-occidentale della penisola di Capo Testa ed il M. Bandera (106 m s.l.m.), ad ovest del centro abitato di Santa Teresa di Gallura. L'ossatura geologica di Capo Testa è data da rocce granitiche ed associati filoni acidi e basici, di età ercinica. Dal punto di vista geomorfologico e paleontologico la penisola di Capo Testa è ugualmente di estremo interesse per la presenza di sedimenti litorali fossiliferi del Pleistocene superiore. Il territorio in esame comprende due piccoli sottobacini idrografici facenti capo ad aste fluviali anonime; il bacino idrografico principale di riferimento è invece quello del Liscia. Un primo sottobacino è individuabile nella penisola di Capo Testa con spartiacque passante per Punta La Torri, il secondo sottobacino è individuato nel settore ovest dell'abitato di santa Teresa di Gallura, con spartiacque passante per Punta Bandiera (104 m s.l.m.), in direzione sud ovest fino alla Rena di Ponente per chiudersi nella Baia di La Colba. L'area è caratterizzata dalle garighe e macchie termoxerofile mediterranee (Oleo-Lentiscetum, Calycotomo-Myrtetum, Oleo-Euphorbietum dendroidis). Tra le specie di grande interesse è da segnalare la presenza delle endemiche Ferula arrigonii e della Silene sanctae-therasiae. La fascia litoranea presenta frammenti di vegetazione psammofila. Sito importante per molte specie pelagiche, quali Phalacrocorax aristotelis e Larus audouinii.



DESCRIPTION

Peninsula located at the northwestern tip of Sardinia, a few kilometers west of Santa Teresa di Gallura. The connection with Sardinia is given by an isthmus at its narrowest point does not exceed 100 meters in width. The SCI is characterized by a singularity of the landscape, marked by the presence of a particularly rugged coastal morphology and articulated which successive long and narrow inlets, islands and islets (b.p. Island Munnicca and Munichedda islet). Among the sandy beaches are reminiscent of Santa Reparata and La Colba and the charming beach Rena Bianca. The hinterland is also characterized by a remarkable variety of typical forms of granite; The most relevant findings are those of The Turri (127 m s.l.m.), in the southwestern part of the peninsula of Capo Testa and M. Bandera (106 m s.l.m.), west of the town of Santa Teresa di Gallura. The geological framework of Capo Testa is given by granitic rocks and associated acidic and basic strands of Hercynian age. From the perspective of geomorphological and paleontological the Capo Testa peninsula it is also of great interest for the presence of coastal sediments of Pleistocene fossil higher. The territory under examination comprises two small sub-basins belonging to anonymous fluvial rods; the main catchment area of ​​reference is rather to Liscia. A first sub-basin can be identified in the peninsula of Capo Testa with through watershed for Punta The Towers, the second sub-basin is located in the area west of the town of Santa Teresa di Gallura, with through watershed for Punta Bandera (104 m), heading south west to the Rena di Ponente to close in the Colba Bay. The area is characterized by garrigue and Mediterranean termoxerofile spots (Oleo-Lentiscetum, Calycotomo-Myrtetum, Oleo-Euphorbietum dendroidis). Among the species of great interest it is to report the presence of endemic Ferula arrigonii and Silene sanctae-therasiae. The coastal strip presents fragments of psammofila vegetation. important site for many pelagic species, such as Phalacrocorax aristotelis and Larus audouinii.


Denominazione

Capo Testa

Codice

ITB010007

Regione

Sardegna

Capitaneria di porto

Comune di Santa Teresa Gallura

Superficie (Ha)

1216.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

41.240600

Longitudine

9.148100

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Assessorato della Difesa dell’Ambiente
Decreto n. 24 del 16 luglio 2015
Approvazione del Piano di gestione del SIC ITB010007 "Capo Testa”

A. Prescrizioni comuni per tutti i piani
A.9) Eventuali habitat e specie delle direttive “Habitat” e “Uccelli” presenti nel territorio non indicati nei piani di gestione o non rilevati in fase di istruttoria sono comunque sottoposti a tutela ai sensi delle medesime direttive e dovranno essere segnalati agli uffici del competente Servizio Tutela della Natura anche se rilevati in una fase successiva all’approvazione dei piani.

Il presente sito è compreso nel perimetro dell’Area Marina Protetta “Capo Testa – Punta Falcone”.
Valgono le misure e i divieti previsti dal Regolamento di disciplina dell’Area Marina Protetta “Capo Testa – Punta Falcone”, ai quali si rimanda.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

Assessorato della Difesa dell’Ambiente
Decreto n. 24 del 16 luglio 2015
Approvazione del Piano di gestione del SIC ITB010007 "Capo Testa”

Regolamentazione degli usi e delle attività nel sito.
TUTELA DELLE RISORSE
(...)

Art.2 – Tutela della flora, della fauna e degli habitat
1. È vietato all’interno del SIC, prelevare, anche in parte, danneggiare o alterare, la flora e gli habitat di interesse comunitario nonché le specie floristiche di rilevanza conservazionistica, le endemiche e le rare;
2. È’ vietato all’interno del SIC, prelevare, anche in parte, danneggiare o alterare, la vegetazione e le specie floristiche strettamente correlate al mantenimento degli equilibri geomorfologici ed ecologici dell’area, tra cui, in particolare, gli individui di ginepro;
3. Sono vietati all’interno SIC l’introduzione e la propagazione di specie, ecotipi e varietà di flora potenzialmente invasive, estranee al corteo floristico autoctono del sito;
4. È vietato all’interno del SIC prelevare, danneggiare o disturbare le specie faunistiche di interesse comunitario e di interesse conservazionistico presenti, in qualsiasi fase del loro sviluppo, ovvero danneggiare direttamente o indirettamente gli habitat delle suddette specie.
5. È vietato all’interno del SIC esercitare attività che comportino l’emissione di rumori o di energia luminosa che, in funzione della intensità, durata e momento temporale di produzione del fattore perturbante, siano potenzialmente in grado di disturbare la fauna selvatica e di interesse comunitario presente nel sito.

Art. 3 – Abbandono di rifiuti
1. È strettamente vietato all’interno del SIC l’abbandono e lo sversamento di qualsiasi tipo di rifiuto e prodotto potenzialmente inquinante, sia a terra che a mare.

Art. 4 – Tutela delle altre risorse
È vietato all’interno del SIC asportare o danneggiare rocce, minerali, fossili e reperti di qualsiasi natura, anche se si presentano in frammenti sciolti superficiali, salvo per motivi di ricerca scientifica a favore di soggetti espressamente autorizzati da parte dell'Ente gestore. Una particolare vulnerabilità caratterizza le formazioni sabbiose cementate ed eolianiti quaternarie presenti lungo il margine costiero. Qualunque azione che ne produca una alterazione, anche locale, o possibile danneggiamento è strettamente vietata.

Art. 8 – Gestione della Posidonia spiaggiata
1. All’interno del SIC si applicano alle operazioni di gestione della Posidonia, ricavata dalle operazioni di rimozione della stessa dal litorale, le indicazioni e norme regionali in materia.

Il presente sito è compreso nel perimetro dell’Area Marina Protetta “Capo Testa – Punta Falcone”.
Valgono anche le misure e i divieti previsti dal Regolamento di disciplina dell’Area Marina Protetta “Capo Testa – Punta Falcone”, ai quali si rimanda.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili