Punta Braccetto, Contrada Cammarana

DESCRIZIONE

Il sito ricade entro il territorio dei Comuni di Vittoria e Ragusa.I suoli sono prevalentemente sabbiosi. I substrati geologici sono costituiti da calcareniti, sabbie e marne.Il clima dell'area è Termomediterraneo inferiore secco inferiore secondo il criterio di Rivas Martinez adattato alla Sicilia da Brullo & al. (1996).Il sito si caratterizza per essere uno dei pochi luoghi in Sicilia ospitante una varietà di formazioni del tutto uniche e precisamente a) formazioni di scogliera a Crucianella rupestris, b) formazioni arbustive a Limoniastrum monopetalum, c) associazioni dominate da Helichrysum conglobatum var. compactum, d) formazioni di duna con Ginepro coccolone, Retama raetam e Ephedra fragilis, d) Malcolmietalia con Muscari gussonei. In mare sono presenti praterie sommerse a Cymodocea nodosa.Analiticamente il sito è suddiviso in vari habitat.1)Un parte di estensione considerevole ospita le formazioni di duna con Juniperus oxycedrus subsp. macrocarpa, Retama raetam e Ephedra fragilis. Queste formazioni coprono la maggior parte dell'area e precisamente quella in cui ha sede il vivaio della AFDS di Contrada Randello. Detto vivaio è su terreno demaniale costituito da dune sabbiose penetranti nell'entroterra per un decorso di circa 400 m. Il sistema dunale venne rimboschito negli anni '50 del secolo scorso con Acacia saligna, Pinus halepensis e Pinus pinea. Oggi la competizione tra naturalità e artificialità ha portato a un chiara e affermata tendenza alla ricostituzione delle formazioni di duna (Juniperus oxycedrus, Retama raetam e Ephedra fragilis) e a una perdita di vitalità delle formazioni da impianto. Purtuttavia la facies ancora dominante è quella dell'impianto artificiale.2)Una parte ubicata esattamente a Punta Braccetto formata da scogliera calcarea. Qui nel tratto iniziale (che è il tratto che va da sud-est a nord-ovest) è presente la formazione detta Asparago-Limoniastretum monopetali Bartolo, Brullo & Marcenò 1982. Spostandosi verso nord-ovest si incontra il Crucianelletum rupestris mentre su sottili strati di sabbia si insediano Triplachne nitens (Guss.) Link, Daucus gingidium, Catapodium pignattii, Orobanche sanguinea, etc.3)Spostandosi poi di là dal predetto vivaio si raggiungono le formazioni con Helichrysum conglobatum var. compactum esattamente sul piccolo promontorio del Bianco piccolo.4) Infine in Contrada Passo Marinaro in corrispondenza della necropoli greca del Rifriscolaro si è alla presenza di Vulpio-Leopoldietum gussonei, annoverante tra le caratteristiche Muscari gussonei, Maresia nana, etc. È qui anche presente l'associazione a Juniperus turbinata e Quercus calliprinos. Sotto cespi di Retama raetam è poi riscontrabile l'endemica Torilis webbii.


DESCRIPTION

The site falls within the territory of the municipalities of Victoria and Ragusa.I soils are mainly sandy. The geological substrates are constituted by calcareniti, sands and marne.Il climate of the area is less than the lower thermomediterranean dry according to the criterion of Rivas Martinez adapted to Sicily from Brullo & al. (1996) .The site is characterized by being one of the few places in Sicily host a variety of completely unique formations and precisely) reef formations Crucianella rupestris, b) shrub formations Limoniastrum monopetalum, c) associations dominated by Helichrysum conglobatum var. compactum, d) of dune formations with juniper cuddly, Retama raetam and Ephedra fragilis, d) Malcolmietalia with Muscari gussonei. In the sea are underwater meadows in Cymodocea nodosa.Analiticamente the site is divided into various habitat.1) A considerable part of extension hosts the dune formations with Juniperus oxycedrus subsp. macrocarpa, Retama raetam and Ephedra fragilis. These formations cover the majority of the area, and precisely the one in which is housed the nursery of the AFDS of Contrada club. Said nursery is on government land consists of sand dunes penetrating inland for a course of about 400 m. The dune system was reforested in the 50s of last century with Acacia saligna, Pinus halepensis and Pinus pinea. Today the competition between naturalness and artificiality has led to a clear and well established trend towards rebuilding of dune formations (Juniperus oxycedrus, Retama raetam and Ephedra fragilis) and to a loss of viability of the implant formations. Nevertheless the still dominant facies is that of the plant artificiale.2) A part located exactly in Punta Braccetto formed by limestone cliff. Here in the initial section (which is the stretch that runs from southeast to northwest) is training that asparagus-Limoniastretum monopetali Bartolo, Bleak & Marcena 1982. Moving towards the north-west is the Crucianelletum rupestris while on thin layers sand settled Triplachne nitens (Guss.) Link, Daucus gingidium, Catapodium pignattii, Orobanche sanguinea, etc.3) Moving then beyond the nursery is predicted reach the formations with Helichrysum conglobatum var. compactum exactly on the small promontory of piccolo.4 White) Finally in Contrada Passo Marinaro in correspondence with the Greek necropolis of Rifriscolaro is the presence of Vulpio-Leopoldietum gussonei, annoverante between the characteristics Muscari gussonei, Maresia nana, etc. It is also present here the association Juniperus turbinata and Quercus calliprinos. Under clumps of Retama raetam is then seen the endemic Torilis webbii.


Denominazione

Punta Braccetto, Contrada Cammarana

Codice

ITA080004

Regione

Sicilia

Ente responsabile

Regione Siciliana

Capitaneria di porto

n.d.

Superficie (Ha)

476.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

36.841700

Longitudine

14.454200

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

DM 31.03.2017 - DDG 883/2011 - DDG N. 332/2011

Non si rinvengono misure di conservazione generali riservate all'attività di pesca.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DDG N. 332/2011 - Piano di Gestione

Non si rinvengono misure di conservazione sito-specifiche inerenti l'attività di pesca.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili