Saline di Marsala

DESCRIZIONE

Il SIC, esteso per circa 237 ettari, è costituito da tre distinti siti localizzati nel territorio di Marsala, dislocati nella fascia costiera a nord dell'abitato, fino a Birgi Novo. Si tratta di una serie saline ancora attive e sfruttate attraverso la salicoltura; vengono inondate per buona parte dell'anno, con porzioni che si disseccano completamente in estate. Il substrato è impermeabile per l'elevata concentrazione di limo e argilla. Dai dati termopluviometrici delle stazioni di Trapani e Marsala risultano precipitazioni medie annue comprese fra i 483 ed i 500 mm, mentre le temperature medie superano i 21°C. Sulla base della classificazione bioclimatica di Rivas-Martinez, il territorio in oggetto rientra nel termomediterraneo inferiore secco inferiore.Nelle vasche di fredda le saline ospitano popolamenti a Cymodocea nodosa e Ruppia cirrhosa, insieme a popolamenti a invertebrati bentonici. Nelle zone marginale si sviluppano vari aspetti di vegetazione igroidrofitica a carattere alofitico, mentre la potenzialità delle zone calcarenitiche circostanti è potenzialmente attribuita a formazioni di macchia dell'Oleo-Ceratonion, tuttavia ormai quasi del tutto scomparse a seguito dell'antropizzazione del territorio.


DESCRIPTION

The SCI, which covers about 237 hectares, consists of three distinct sites located in the territory of Marsala, located in the coastal strip north of the town, up to Birgi Novo. It is a series still active salt and exploited through the salicoltura; They are flooded for much of the year, with portions that will dry up completely in summer. The substrate is impermeable for the high concentration of silt and clay. Then thermopluviometric data of Trapani and Marsala stations are average annual rainfall ranging between 483 and 500 mm, while the average temperatures exceed 21 ° C. On the basis of the classification of bioclimatic Rivas-Martinez, the territory in question falls within the lower thermomediterranean dry inferiore.Nelle tubs of cold saline the host populations of Cymodocea nodosa and Ruppia cirrhosa, along with populations of benthic invertebrates. In marginal areas develop various aspects of vegetation igroidrofitica alofitico in character, while the potential of the surrounding areas calcarenitic is potentially attributed to formation of Oleo-Ceratonion stain, otherwise almost completely disappeared because anthropization the territory.


Denominazione

Saline di Marsala

Codice

ITA010021

Regione

Sicilia

Ente responsabile

Regione Siciliana

Capitaneria di porto

n.d.

Superficie (Ha)

315.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

37.885500

Longitudine

12.472800

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

DM 31.03.2017 - DDG 883/2011 - DDG N. 402/2016

Non si rinvengono misure di conservazione generali riservate all'attività di pesca.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DDG N. 402/2016 - Piano di Gestione
D.7.2 Regolamento recante le modalita' d'uso ed i divieti vigenti nella riserva naturale orientata isole dello Stagnone di Marsala

Titolo I -NORME PER LA ZONA A
(...)
E' vietato:
ee) esercitare la pesca professionale.

D.7.3 Regolamento della pesca nella RNO Isole dello Stagnone

I punti salienti del regolamento della pesca sono:

Tipo di pesca consentito (Art. 2)
Tipo A: Lenze
a) canna fissa o da lancio con un massimo di tre ami ciascuna;
b) bolentino con un massimo di tre ami, traina con un massimo di due ami

Tipo B:
- asse: in numero non superiore a due, calate da una imbarcazione, qualunque sia il numero delle persone a bordo; in numero non superiore a 10 senza l’ausilio di imbarcazioni. In entrambi i casi le dimensioni delle maglie delle nasse non devono essere superiori a 0.1 decimetro quadrato.
- Sparviero: con perimetro non superiore a mt. 16;
- Cannizza Conzo con numero di ami non superiore a 100

Periodi di fermo di pesca (ART. 3):
dal 10 gennaio (data suscettibile di modifica dall’Assessore Regionale) per 45 giorni consecutivi a tutti i tipi di pesca ad eccezione della lenza che ha solo la proibizione di paratura con “ amo traditore” nel periodo di fermo. Specificatamente per i diversi tipi:
2 -NASSE dal 15 Aprile al 1 luglio;
3 -SPARVIERO dall’ 1 Dicembre al 28 Febbraio;
4 -CANIZZA come da decreto;
5 -CONZO dal 15 Novembre al 30 Gennaio.

Limitazione di pesca (Art.4):
Giornalmente può essere catturata, detenuta, trasportata una quantità di pesce non superiore a Kg 5 (cinque); la misura di ogni singolo pesce non deve essere inferiore a cm.7 ( sette), in particolare per le seguenti specie: orata, spigole, sarago maggiore, sarago faraglione, triglia, leccia, seppia.

Licenze (Art.5):
numero complessivo di 800 Licenze di cui 400 esclusivamente di tipo A) e n. 400 di tipo B) che si intende comprensivo anche del tipo A).

Divieti revoche e sanzioni (Art.9):
Nella zona di mare della Riserva è sempre vietata a tutti la pesca con qualsiasi tipo di rete siano da trascino che da posta e la pesca con le bombole, nonché l’utilizzo di esplosivi veleni e sostanze inquinanti.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili