Capo San Vito, Monte Monaco, Zingaro, Faraglioni Scopello, Monte Sparacio

DESCRIZIONE

L'area del SIC, in parte già compresa all'interno della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, si estende complessivamente per una superficie di 7260 ettari, interessando i territori comunali di San Vito Lo Capo, Castellammare del Golfo e Custonaci (di TP). Il sito si localizza nella fascia costiera del versante settentrionale del Trapanese, dalla penisola di San Vito Lo Capo fino alla dorsale culminante nel M. Sparacio (1110 m); fra le altre cime più elevate figurano M. Scardina (680 m), M. Speziale (913 m) M. Passo del Lupo (868 m) e M. Monaco (532 m). Si tratta di rilievi di natura preminentemente carbonatica, caratterizzati da una morfologia talora piuttosto aspra, con irte falesie che nell'area di Cofano si ergono a picco anche per oltre 200-300 metri, talora orlate di notevoli guglie aguzze. Le registrazioni relative alle vicine stazioni litoranee di Trapani e Capo S. Vito evidenziano come l'influenza marittima abbia notevoli ripercussioni sulla climatologia locale, con precipitazioni medie annue comprese fra 502,4 mm (Capo S. Vito) e 602,7 (S. Andrea di Bonagia). Sulla base della classificazione bioclimatica, definita secondo gli indici di Rivas-Martínez, il territorio è compreso fra il termomediterraneo inferiore secco superiore ed il mesomediterraneo inferiore subumido superiore. Il paesaggio vegetale risente notevolmente delle intense utilizzazioni del passato, ed in particolare degli incendi, per cui si presenta alquanto brullo e denudato, rappresentativo di gran parte dei rilevi cartonatici della Sicilia nord-occidentale. La vegetazione della stessa area è prevalentemente da riferire alle seguenti serie:-della Palma nana (Pistacio-Chamaeropo humilis sigmetum), lungo i versanti subcostieri;- del Leccio e dell'Alaterno (RhamnoQuerco ilicis sigmetum pistacietoso terebinti), sui versanti detritici;-della Sughera (Genisto-Querco suberis sigmetum), in alcuni circoscritti ambiti della fascia subcostiera;-dell'Olivastro (Oleo-Euphorbio dendroidis sigmetum), sulle cenge e le creste rocciose più aride;-del Leccio e del Lentisco (Pistacio-Querco virgilianae sigmetum), lungo le cenge e le creste rocciose più fresche dell'interno; -della Roverella (Oleo-Querco virgilianae sigmetum), sui suoli più profondi ed evoluti dell'interno.


DESCRIPTION

The area of ​​the SIC, in part already included in the Zingaro Nature Reserve, stretches all the way to an area of ​​7260 hectares encompassing the municipalities of San Vito Lo Capo, Castellammare del Golfo Custonaci (TP). The site is localized in the coastal strip of the northern slope of Trapani, from San Vito Lo Capo Peninsula up to the climax in the dorsal M. Sparacio (1,110 m); among other highest peaks appearing M. Scardina (680 m), M. Speziale (913 m) Step M. Wolf (868 m) and M. Monaco (532 m). It is the nature of reliefs predominantly carbonate, characterized by a morphology sometimes rather harsh, with steep cliffs that in the bonnet rise to peak also for more than 200-300 meters, sometimes edged with considerable sharp spiers. Records of the nearby coastal resorts of Trapani and Capo San Vito show that the maritime influence has substantial effects on the local climatology, with average annual rainfall of between 502.4 mm (Capo San Vito) and 602.7 (S. Andrea di Bonagia). On the basis of bioclimatic classification, defined according to the indices of Rivas-Martínez, the territory is between the lower upper thermomediterranean dryness and the mesomediterranean lower upper subhumid. The plant landscape greatly affected by the intense uses of the past, and in particular fire, for which they are presented somewhat bare and denuded, representative of most detects cartonatici of north-western Sicily. The vegetation of the same area is mainly refer to the following series: -the Palma nana (Pistacio-Chamaeropo sigmetum humilis), along the slopes subcostieri; - the Holm and dell'Alaterno (RhamnoQuerco ilicis sigmetum pistacietoso oaks), on detrital slopes; - of Sughera (Genisto-Querco Suberis sigmetum), in some limited areas of subcostiera band; -dell'Olivastro (Oleo-Euphorbio dendroidis sigmetum), on the ledges and the driest rocky ridges; -of Holm and Mastic (Pistacio-Querco virgilianae sigmetum), along ledges and rocky ridges interior cooler; -the Oak (Oleo-Querco virgilianae sigmetum), on deeper soils and developed interior.


Denominazione

Capo San Vito, Monte Monaco, Zingaro, Faraglioni Scopello, Monte Sparacio

Codice

ITA010017

Regione

Sicilia

Ente responsabile

Regione Siciliana

Capitaneria di porto

n.d.

Superficie (Ha)

7338.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

38.111100

Longitudine

12.750800

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

DM 21.12.2015 - D.D.G. 36/2015 - D.D.G. 347/2010

Non si rinvengono misure di conservazione generali riservate all'attività di pesca.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

D.D.G. 347/2010 - Piano di Gestione

Non si rinvengono misure di conservazione sito-specifiche riservate all'attività di pesca.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili