Fondali di Gabella Grande

DESCRIZIONE

Fondali marini sabbiosi. Sito di media ampiezza di Posidonia climax , ad alta biodiversità , importante come nursery per pesci anche di interesse commerciale e per la salvaguardia dall'erosione delle coste.



DESCRIPTION

sandy Seabed. middling Site Posidonia climax, high biodiversity, important as a nursery for fish also of commercial interest and for the protection of coasts from erosion.


Denominazione

Fondali di Gabella Grande

Codice

IT9320096

Regione

Calabria

Ente responsabile

Regione Calabria

Superficie (Ha)

484.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

39.129200

Longitudine

17.126400

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

DGR n. 543 del 16 dicembre 2016
Misure di conservazione trasversali per tutti i Siti di Importanza Comunitaria ricadenti nella Provincia di Crotone.
Allegato A

Pesca
-Divieto di utilizzare come esca pesce vivo non appartenente a specie autoctone.
-Divieto di utilizzare qualsiasi forma e modalità di pasturazione, indipendentemente dal materiale utilizzabile per la pastura.
-Obbligo di valutazione d’incidenza per gli interventi di immissione per fini di pesca. Sono esclusi da tale obbligo gli interventi di ripopolamento con soggetti appartenenti a specie autoctone provenienti da allevamento o da cattura.




MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DGR n. 543 del 16 dicembre 2016
Delibera di approvazione delle misure di conservazione sito specifiche dei Siti di Importanza Comunitaria della Provincia di Crotone.
Allegato A

In relazione all’Habitat 1120 – Praterie di Posidonia Oceanica:
-Vietare l’ancoraggio sulle praterie di Posidonia, regolamentando eventualmente l’ormeggio con gavitelli fissi per l’ancoraggio di imbarcazioni da diporto nelle baie molto frequentate da turismo nautico.
-Vietare la pesca a strascico, la pesca con la draga e con il rastrello e la pesca con la sciabica non manuale, la sciabica ragno, con cianciolo e reti analoghe.
-Vietare i dragaggi che coinvolgono l’habitat e prevedere una adeguata fascia di rispetto dagli stessi.
-Vietare l’asportazione della Posidonia spiaggiata, allo scopo di non interferire con l’andamento naturale del litorale e consentire la formazione di banquettes dai litorali frontistanti il SIC.
-Intensificare i controlli sulle attività “a rischio” (pesca, traffico nautico, ancoraggio), al fine di prevenire introduzioni accidentali di Caulerpa spp.

N.B. Con riferimento alle misure di conservazione per le quali viene utilizzato il verbo all’infinito “vietare”, si rendono necessari chiarimenti interpretativi da parte degli Enti competenti.
In ogni caso si consiglia, in via cautelativa, di astenersi dal porre in essere le attività ed i comportamenti menzionati.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili