Montegiordano Marina

DESCRIZIONE

Gariga costiera su sabbie compattate. Il sito delimita un tratto di litorale sabbioso caratterizzato dalla presenza di una popolazione di Sarcopoterium spinosum. Si tratta di una gariga psammofila ad arbusti bassi in cui a Sarcopoterium si associano altre specie camefitiche quali Helichrysum italicum e Thymus capitatus. Questo tipo di comunità è particolarmente rara nel territorio regionale, mentre risulta ben rappresentato nella penisola balcanica (Phrygana). Nel popolamento di Montegiordano sono presenti anche elementi arbustivi riferibili a fitocenosi dell’Oleo-ceratonion quali Pistacia lentiscus, Myrtus communis, Juniperus oxycedrus e Vitex Agnus-castus che dovevano costituire una fascia di vegetazione continua a ridosso delle garighe a Sarcopoterium, ma che oggi appare notevolmente frammentata e degradata. Il popolamento è concentrato lungo le sponde del tratto terminale di un piccolo corso d'acqua che in estate è completamente asciutto ed in parte ricoperto da vegetazione igro-nitrofila, caratterizzata da specie nitrofile tipiche di ambienti ruderali quali Heliotropium europaeum l., Solanum nigrum l., Amaranthus albus l., e di specie di ambienti umidi (Bolboschoenus maritimus (L.) Palla, Juncus hybridus brot., veronica Anagallis-aquatica L. E Polygonum lapathifolium. Questa vegetazione viene riferita all'associazione Conizo canadensis-chenopodietum botryos (Biondi et al., 1994), descritta per le fiumare della Calabria e inquadrabile nei Chenopodietalia muralis (br.-bl.,1931 em. Bolos, 1962). Le fitocenosi pioniere della serie psammofila (Cakiletea maritimae) sono molto frammentate e frammiste a comunità nitro-alofile (Xanthium italicum, chenopodium sp. Pl., ecc.).Il sito delimita un tratto di litorale sabbioso caratterizzato dalla presenza di una popolazione di Sarcopoterium spinosum. Si tratta di una gariga psammofila ad arbusti bassi in cui a Sarcopoterium si associano altre specie camefitiche quali Helichrysum italicum e Thymus capitatus.



DESCRIPTION

coastal Gariga of compacted sand. The site borders a stretch of sandy coastline characterized by the presence of a population of Sarcopoterium spinosum. It is a gariga psammofila to low shrubs in which Sarcopoterium are associated with other species such as chamaephytic Helichrysum italicum and Thymus capitatus. This type of community is especially rare in the region, and is well represented in the Balkan Peninsula (Phrygana). In populating Montegiordano are also present elements shrubby referable to phytocoenoses Oleo-ceratonion which Pistacia lentiscus, Myrtus communis, and Juniperus oxycedrus Vitex agnus-castus that were to constitute a continuous strip of vegetation close to the garigues to Sarcopoterium, but which now appears greatly fragmented and degraded. The population is concentrated along the edge of the terminal portion of a small waterway that in summer is completely dry and partly covered by hygro-nitrophilous vegetation, characterized by species typical of nitrophilous ruderals environments such heliotropium europaeum l., Solanum nigrum l ., Amaranthus albus l., and species of humid environments (Bolboschoenus maritimus (L.) Palla, Juncus hybridus brot., veronica Anagallis-aquatica L. and Polygonum lapathifolium. This vegetation is referred association Conizo canadensis-chenopodietum botryos ( Biondi et al., 1994), described for the rivers of Calabria and inquadrabile in Chenopodietalia muralis (Br.-Bl. 1931 em. Bolos, 1962). phytocoenoses pioneer psammofila series (Cakiletea maritimae) are very fragmented and mixed with nitro-halophilic communities (Xanthium italicum, chenopodium sp. Pl., etc.). The site borders a stretch of sandy coastline characterized by the presence of a population of Sarcopoterium spinosum. S i is a gariga psammofila to low shrubs in which Sarcopoterium are associated with other species such as chamaephytic Helichrysum italicum and Thymus capitatus.


Denominazione

Montegiordano Marina

Codice

IT9310040

Regione

Calabria

Ente responsabile

Regione Calabria

Superficie (Ha)

8.23

Lunghezza

0.00

Latitudine

40.027800

Longitudine

16.605300

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Piano di Gestione (2007) redatto e adottato dalla Provincia di Cosenza per i siti di importanza comunitaria (Sic) della Provincia di Cosenza, trasmesso con nota prot. 58378 del 18/6/2008 acquisita agli atti del Dipartimento Politiche dell’Ambiente - Regione Calabria il 1/6/2008 prot. n. 9433, approvato con DGR della Regione Calabria n. 948 dell’8 dicembre 2008.

Regolamento
Art. 12 – Tutela della ittiofauna e disciplina della pesca sportiva
1. Non è ammessa la pesca sportiva.
2. Sono vietati campi di gara all’interno dei SIC.
3. Sono vietate immissioni di fauna ittica all’interno dei corsi e specchi d’acqua ricomprese nei SIC ad eccezione di quelle decise dalla Provincia o da queste autorizzate con nulla osta, sulla base di un programma annuale.
4. Nei corsi d’acqua, negli invasi e nei laghetti artificiali, sono ammesse le immissioni di solo di specie autoctone.


MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DGR n. 277 del 19 luglio 2016
Delibera di approvazione delle misure di conservazione sito specifiche dei Siti di Importanza Comunitaria della Provincia di Cosenza.
Allegato A – Parte Prima

Non si rinvengono misure di conservazione sito specifiche riservate all'attività di pesca.



Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili