Fondali Scogli di Isca

DESCRIZIONE

L'area immediatamente intorno ai due scogli di Isca (grande e piccolo) , per 6 ha costituisce l'Oasi Blu di Isca, gestita dal WWF di Amantea dal 1991, su concessione demaniale della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia n.255 del 12/7/91. Sito ristretto di Posidonia climax, ad alta biodiversità, importante nursery per pesci anche di interesse economico, e per la salvaguardia delle coste dall'erosione.



DESCRIPTION

The area immediately around the two rocks of Isca (large and small), 6 he is the Blue Oasis of Isca, WWF Amantea since 1991, courtesy of the state property of the Port of Vibo Valentia 255 12 / 7/91. restricted site Posidonia climax, high biodiversity, important nursery for fish also of economic interest and for the protection of coasts from erosion.


Denominazione

Fondali Scogli di Isca

Codice

IT9310039

Regione

Calabria

Ente responsabile

Regione Calabria

Superficie (Ha)

72.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

39.147500

Longitudine

16.055800

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Piano di Gestione (2007) redatto e adottato dalla Provincia di Cosenza per i siti di importanza comunitaria (Sic) della Provincia di Cosenza, trasmesso con nota prot. 58378 del 18/6/2008 acquisita agli atti del Dipartimento Politiche dell’Ambiente - Regione Calabria il 1/6/2008 prot. n. 9433, approvato con DGR della Regione Calabria n. 948 dell’8 dicembre 2008.

Regolamento
Art. 12 – Tutela della ittiofauna e disciplina della pesca sportiva
1. Non è ammessa la pesca sportiva.
2. Sono vietati campi di gara all’interno dei SIC.
3. Sono vietate immissioni di fauna ittica all’interno dei corsi e specchi d’acqua ricomprese nei SIC ad eccezione di quelle decise dalla Provincia o da queste autorizzate con nulla osta, sulla base di un programma annuale.
4. Nei corsi d’acqua, negli invasi e nei laghetti artificiali, sono ammesse le immissioni di solo di specie autoctone.


MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DGR n. 277 del 19 luglio 2016
Delibera di approvazione delle misure di conservazione sito specifiche dei Siti di Importanza Comunitaria della Provincia di Cosenza.
Allegato A – Parte Prima

In relazione all’Habitat 1120 – Praterie di Posidonia Oceanica:
-Vietare l’ancoraggio sulle praterie di Posidonia e installare campi boe.
-Vietare l’escavazione di materiale che provochi l’asporto o il danneggiamento delle fitocenosi.
-È vietata la pesca professionale e/o sportiva esercitata con qualsiasi mezzo.
-È vietata la navigazione a motore e la sosta di navi e natanti di qualsiasi genere se non autorizzata dall’Ente Parco.
-È vietata la cattura, l’uccisione, il danneggiamento, il disturbo delle specie animali e la raccolta delle specie vegetali.
-È vietata ogni forma di discarica di rifiuti solidi e liquidi.

In relazione all’Habitat 1170 – Scogliere:
-È vietata ogni forma di discarica di rifiuti solidi e liquidi.
-È vietata la pesca professionale e/o sportiva esercitata con qualsiasi mezzo.
-È vietata la navigazione a motore e la sosta di navi e natanti di qualsiasi genere se non autorizzata dall’Ente Parco.
-È vietata la cattura, l’uccisione, il danneggiamento, il disturbo delle specie animali, la raccolta delle specie vegetali e l’asportazione/danneggiamento delle rocce.

In relazione alle Specie Mammiferi – 1349 Tursiops truncatus:
-È vietata la pesca professionale e/o sportiva esercitata con qualsiasi mezzo.
-È vietata la navigazione a motore e la sosta di navi e natanti di qualsiasi genere se non autorizzata dall’Ente Parco.
-È vietata la cattura, l’uccisione, il danneggiamento, il disturbo delle specie animali e la raccolta delle specie vegetali.
-È vietata ogni forma di discarica di rifiuti solidi e liquidi.

In relazione alle Specie Rettili – 1224 Caretta caretta:
-È vietata la pesca professionale e/o sportiva esercitata con qualsiasi mezzo.
-È vietata la navigazione a motore e la sosta di navi e natanti di qualsiasi genere se non autorizzata.
-È vietata la cattura, l’uccisione, il danneggiamento, il disturbo delle specie animali.
-È vietata ogni forma di discarica di rifiuti solidi e liquidi.

N.B. Con riferimento alle misure di conservazione per le quali viene utilizzato il verbo all’infinito “vietare”, si rendono necessari chiarimenti interpretativi da parte degli Enti competenti.
In ogni caso si consiglia, in via cautelativa, di astenersi dal porre in essere le attività ed i comportamenti menzionati.



Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili