Scogliera dei Rizzi

DESCRIZIONE

La scogliera dei Rizzi è una falesia con un notevole sviluppo verticale (oltre 100 m) su cui si rilevano le caratteristiche fitocenosi casmofitiche termo-mediterranee. L’area si sviluppa lungo la fascia costiera tirrenica subito a nord dell’abitato della marina di cetraro dove la costa si presenta alta e rocciosa e forma delle alte falesie sul mare. Soprattutto il versante a sud è costituito da una falesia verticale per quasi tutta la sua lunghezza alta circa 50 metri. Ai piedi della falesia, numerosi blocchi di roccia, brevi arenili, e numerose grotte caratterizzano la scogliera. Geologicamente nella parte alta si rilevano calcari cristallini grigio-scuri o biancastri, localmente dolomitici, occasionalmente conglomeratici. Si presentano localmente stratificati con intercalazioni di scisti e resistenti all’erosione. Nella parte più vicina al mare affiorano scisti sericitici e talcosi biancastri, verdi e rossi. L’area è caratterizzata da residui di macchia mediterranea termofila caratterizzata da Pistacia lentiscus, Euphorbia dendroides, Myrtus communis e sporadicamente Juniperus phoenicea. Queste formazioni sono riferibili all’Oleo-Euphorbietum dendroidis dei Pistacio- Rhamnetalia. Nel sito in queste fitocenosi si rinviene anche Anthyllis barba-jovis, estremamente rara nel resto del territorio regionale. Sulle pareti verticali sono presenti comunità rupicole a Dianthus rupicola, Centaurea deusta subsp. splendens e Phagnalon rupestre, inquadrabili nel Dianthion rupicolae, alleanza a cui viene riferita la vegetazione delle rupi marittime mediterranee nell’ambito della classe Asplenietea trichomanis, e caratterizzata da specie di particolare rilevanza conservazionistica. Specie vegetali rare delle rupi marittime: significativa è la presenza nel sito di Dianthus rupicola. Tra le altre specie di interesse conservazionistico si segnala: Limonium remotispiculum, endemica di una ristretta fascia costiera tirrenica che si estende dalla Calabria settentrionale fino alla costa del Cilento ; Anthyllis barba-jovis L. inclusa nella Lista Rossa regionale con lo status di gravemente minacciata (CR); Andrachne telephioides L. considerata minacciata (EN) a livello regionale; Juniperus phoenicea L., vulnerabile (VU) a livello regionale; Matthiola incana (L.) R. Br., (DD); Pancratium maritimum L. (EN)



DESCRIPTION

The Rizzi cliff is a cliff with a considerable vertical development (over 100 m) on which are recorded the characteristics phytocoenoses casmofitiche Thermo-Mediterranean. The area stretches along the Tyrrhenian coast just north of the marina of Cetraro where the coast is high and rocky, and the form of the high cliffs over the sea. Especially the south side is constituted by a vertical cliff for almost its entire length about 50 meters high. At the foot of the cliff, several blocks of rock, short beaches, and numerous caves characterize the cliff. Geologically in the upper part are detected dark-gray or whitish crystalline limestones, dolomite locally, occasionally conglomeratic. They occur locally laminated with interbedded shale and resistant to erosion. In the part closest to the sea emerge sericitici shale and pulmonary talcosis whitish, green and red. The area is characterized by a Mediterranean scrub residues thermophilic characterized by Pistacia lentiscus, Euphorbia Dendroides, Myrtus communis and Juniperus phoenicea sporadically. These formations are referable oleo-Euphorbietum dendroidis of Pistacio- Rhamnetalia. The site in these plant communities is found also Anthyllis barba-jovis, extremely rare in the rest of the region. On the vertical walls are present rupicole community to Dianthus rupicola, Centaurea deusta subsp. splendens and rock Phagnalon, inquadrabili in Dianthion rupicolae, alliance to which is referred the vegetation of maritime Mediterranean cliffs within the Asplenietea class trichomanis, and characterized by species conservation is of particular relevance. rare plant species of sea cliffs: There was a significant presence in the Dianthus rupicola site. Among other species of conservation concern are noted: remotispiculum Limonium, endemic to a narrow Tyrrhenian coast that stretches from the northern Calabria to the coast of Cilento; Anthyllis barba-jovis L. included in the regional Red List with the status of critically endangered (CR); Andrachne telephioides L. considered threatened (EN) at regional level; Juniperus L. phoenicea, Vulnerable (VU) at regional level; Matthiola incana (L.) R. Br., (DD); Pancratium maritimum L. (EN)


Denominazione

Scogliera dei Rizzi

Codice

IT9310038

Regione

Calabria

Ente responsabile

Regione Calabria

Superficie (Ha)

12.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

39.538100

Longitudine

15.900600

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Piano di Gestione (2007) redatto e adottato dalla Provincia di Cosenza per i siti di importanza comunitaria (Sic) della Provincia di Cosenza, trasmesso con nota prot. 58378 del 18/6/2008 acquisita agli atti del Dipartimento Politiche dell’Ambiente - Regione Calabria il 1/6/2008 prot. n. 9433, approvato con DGR della Regione Calabria n. 948 dell’8 dicembre 2008.

Regolamento
Art. 12 – Tutela della ittiofauna e disciplina della pesca sportiva
1. Non è ammessa la pesca sportiva.
2. Sono vietati campi di gara all’interno dei SIC.
3. Sono vietate immissioni di fauna ittica all’interno dei corsi e specchi d’acqua ricomprese nei SIC ad eccezione di quelle decise dalla Provincia o da queste autorizzate con nulla osta, sulla base di un programma annuale.
4. Nei corsi d’acqua, negli invasi e nei laghetti artificiali, sono ammesse le immissioni di solo di specie autoctone.


MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DGR n. 277 del 19 luglio 2016
Delibera di approvazione delle misure di conservazione sito specifiche dei Siti di Importanza Comunitaria della Provincia di Cosenza.
Allegato A – Parte Prima

Non si rinvengono misure di conservazione sito specifiche riservate all'attività di pesca.



Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili