Isola di Dino

DESCRIZIONE

Isolotto calcareo con elevato sviluppo di grotte, pareti e scogliere. L’isola è in prevalenza ricoperta da macchia mediterranea a Phyllirea latifolia, Pistacia lentiscus e Myrtus communis e piccoli frammenti di lecceta sul versante Nord. Le aree sub-pianeggianti sono caratterizzate da vegetazione sub-steppica a Cymbopogon hirtus, mentre le rupi ospitano fitocenosi riferibili agli Asplenietea rupestris e Crithmo- Staticetea. L’isola di Dino è particolarmente importante dal punto di vista floristico per la presenza sulle falesie calcaree della popolazione calabrese più numerosa di Primula palinuri, endemismo ad areale ristretto, con stazioni esigue ed isolate. Particolarmente significativa è anche la presenza di Dianthus rupicola,e di Chamaerops humilis , specie molto rara in Italia e ad alta disgiunzione di areale. Sito di nidificazione di Falco pellegrino sulle pareti rocciose.


DESCRIPTION

limestone islet with high development of caves, walls and reefs. The island is mostly covered by Mediterranean maquis Phyllirea latifolia, Pistacia lentiscus and myrtus and small fragments of ilex on the north. The sub-flat areas are characterized by sub-steppe vegetation Cymbopogon hirtus, while the cliffs host phytocoenoses referable to Asplenietea rupestris and Crithmo- Staticetea. Dino Island is particularly important from the floristic point of view for the presence of the limestone cliffs of the Calabrian largest population of Primula palinuri, endemism restricted range, with scarce and isolated stations. Particularly significant it is also the presence of Dianthus rupicola, and Chamaerops humilis, very rare species in Italy and high disjunction areal. Peregrine Falcon nesting site of the rocks.


Denominazione

Isola di Dino

Codice

IT9310034

Regione

Calabria

Ente responsabile

Regione Calabria

Capitaneria di porto

Provincia di Cosenza

Superficie (Ha)

35.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

39.873300

Longitudine

15.774200

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

Piano di Gestione (2007) redatto e adottato dalla Provincia di Cosenza per i siti di importanza comunitaria (Sic) della Provincia di Cosenza, trasmesso con nota prot. 58378 del 18/6/2008 acquisita agli atti del Dipartimento Politiche dell’Ambiente - Regione Calabria il 1/6/2008 prot. n. 9433, approvato con DGR della Regione Calabria n. 948 dell’8 dicembre 2008.

Regolamento
Art. 12 – Tutela della ittiofauna e disciplina della pesca sportiva
1. Non è ammessa la pesca sportiva.
2. Sono vietati campi di gara all’interno dei SIC.
3. Sono vietate immissioni di fauna ittica all’interno dei corsi e specchi d’acqua ricomprese nei SIC ad eccezione di quelle decise dalla Provincia o da queste autorizzate con nulla osta, sulla base di un programma annuale.
4. Nei corsi d’acqua, negli invasi e nei laghetti artificiali, sono ammesse le immissioni di solo di specie autoctone.


MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DGR n. 277 del 19 luglio 2016
Delibera di approvazione delle misure di conservazione sito specifiche dei Siti di Importanza Comunitaria della Provincia di Cosenza.
Allegato A – Parte Prima

In relazione all’Habitat 8330 – Grotte marine sommerse o semisommerse:
-È vietata qualunque forma di pesca e prelievo di organismi bentonici.



Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili