Acquafredda di Maratea

DESCRIZIONE

Il SIC di Acquafredda di Maratea costituisce un territorio costiero di straordinario interesse naturalistico e paesaggistico, in quanto notevolmente diversificato da un punto di vista ambientale, e caratterizzato da rupi costiere, garighe, frammenti forestali (leccete a dominanza di sclerofille e querceti misti a sclerofillecaducifoglie), oltre che da alcuni habitat marini caratteristici fra i quali si segnala un'estesa prateria di Posidonia oceanica. Presenta una variazione altimetrica notevole (quota massima M.te Spina, 705 m slm) e ospita 12 habitat (di cui 3 prioritari), su una superficie del SIC pari a 552 ha. Di particolare interesse le stazioni rupicole dell'endemica Primula palinuri e quelle di Dianthus rupicola (entrambi indicate nell'Allegato II della Direttiva), presenti in ambito regionale unicamente nel tratto costiero tirrenico della Basilicata. Si segnala il notevole interesse conservazionistico di queste due entità, menzionate tra le specie dell'Allegato I della Convenzione di Berna, e tra le specie a rischio d'estinzione della flora vascolare italiana. Tra le specie floristiche di notevole interesse conservazionistico si segnalano Juniperus phoenicea ssp. turbinata, considerata rara e vulnerabile in Basilicata, e Atamantha ramosissima da considerarsi vulnerabile a scala regionale. Per quanto riguarda le diverse altre entità floristiche segnalate (Lavatera maritima, Lavatera arborea, Vitex agnus-castus, Campanula fragilis, Juniperus phoenicea ssp. turbinata, Teucrium fruticans, Euphorbia dendroides, Quercus virgiliana, Thymelea tartonraira, Asphodeline liburnica, Cardamine montelucci, Edraianthus graminifolius, Lomelosia crenata), trattasi di specie interessanti in quanto uniche stazioni regionali e/o taxa di interesse per l'Italia meridionale. La presenza di habitat naturali e la loro sostanziale inaccessibilità (si pensi in particolare a quelli rupicoli), conferiscono al sito grande importanza per la fauna. Altro elemento fondamentale è la presenza, esternamente al perimetro del SIC ed in continuità territoriale con esso, di tipologie ambientali di rilevante interesse per la fauna. Sono soprattutto gli ambienti rupicoli ad essere i più significativi a fini faunistici, anche se vanno annoverati quelli boschivi, arbustivi e prativi a costituire i siti riproduttivi di specie di rilevante importanza conservazionistica. Gli stessi siti assumono grande importanza per alcune specie in periodo migratorio, per il transito e la sosta dell'avifauna. Si segnalano, quali specie nidificanti, il rondone pallido (Apus pallidus), il passero solitario (Monticola solitarius), il rampichino (Certhia brachydactyla), il corvo imperiale (Corvus corax) e il gufo comune (Asio otus). Tra le specie migratrici si segnalano il falco pecchiaiolo (Pernis apivorus), tra le svernanti, la poiana (Buteo buteo).


DESCRIPTION

The SIC Acquafredda di Maratea is a coastal area of ​​outstanding natural interest, as it greatly diversified from an environmental point of view, and is characterized by coastal cliffs, scrubland, forest fragments (oak forests dominated by sclerophyllous and oak mixed with sclerofillecaducifoglie) , as well as some typical marine habitats among which we mention an extensive oceanic Posidonia. It presents a considerable altitude variation (maximum percentage M.te Spina, 705 m above sea level) and accommodates 12 habitats (including 3 priority), on a surface of the SIC equal to 552 ha. Of particular interest stations rupicole the endemic Primula palinuri and those of Dianthus rupicola (both indicated in Annex II of the Directive), present at the regional level only in the coastal tract tirrenico of Basilicata. It should be noted the significant conservation importance of these two entities, listed among the species in Appendix I of the Bern Convention, and between species at risk of extinction of Italian vascular flora. Among the floristic species of great conservation interest are reported phoenicea Juniperus spp. swirled, considered rare and vulnerable in Basilicata, and Atamantha ramosissima considered vulnerable to regional scale. As regards the various other flora reported (Lavatera maritima entity, arborea Lavatera, Vitex agnus-castus, Campanula fragilis, Juniperus phoenicea ssp. Turbinata, Teucrium fruticans, Euphorbia Dendroides, Quercus virgiliana, Thymelea tartonraira, Asphodeline Liburnian, Cardamine Montelucci, Edraianthus graminifolius , Lomelosia crenata), issue of interesting species as unique regional stations and / or taxa of interest for southern Italy. The presence of natural habitats and their substantial inaccessibility (think especially those rupicolous), give the site great importance for wildlife. Another fundamental element is the presence, outside the perimeter of the SIC and in territorial continuity with it, of environmental types of significant interest for the fauna. They are especially rupicolous environments to be the most significant for wildlife, although it must be counted as forest, shrub and grass to form the breeding sites of species of significant importance conservationist. The sites themselves are of great importance for some species in the migratory period, for the transit and stopping of the avifauna. Noteworthy, such as nesting species, the pallid swift (Apus pallidus), the Thrush (Monticola solitarius), the creeper (Certhia brachydactyla), raven (Corvus corax) and the common owl (Asio otus). Among the migratory species are reported the buzzard (Pernis apivorus), between the wintering, the buzzard (Buteo buteo).


Denominazione

Acquafredda di Maratea

Codice

IT9210015

Regione

Basilicata

Capitaneria di porto

Provincia di Potenza

Superficie (Ha)

552.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

40.029400

Longitudine

15.668600

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

D.G.R. 951/2012, come modificata dalla D.G.R. 30/2013

Divieto di introduzione di specie ittiche alloctone e loro eventuale eradicazione e/o controllo.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

Delibera n. 166 del 24 febbraio 2016

Non si rinvengono misure di conservazione sito-specifiche inerenti l'attività di pesca.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili