Isola di Montecristo e Formica di Montecristo - area terrestre e marina

DESCRIZIONE

Isola granitica con vegetazione degradata da incendi pregressi e pascolo caprino. Il paesaggio comunque non è per niente umanizzato (completamente assente il disturbo antropico), potrebbe essere migliorato regolando la popolazione di erbivori. . I fondali dell'isola sono caratterizzati da scogliere che scendono rapidamente ad elevate profondità L'estensione della prateria di Posidonia oceanica, in relazione a tale morfologia dei fondali, ha un'estensione limitata e si presenta con una copertura a chiazze. Due cavità sommerse si aprono lungo la scogliera: la grotta denominata M2, che si apre a Cala Corfù, nella parte sud-orientale dell'Isola, ha uno sviluppo di circa 350 mq. La forte incidenza del pascolo non ha del tutto compromesso l'importanza floristica e fitogeografica della vegetazione erbacea, comprendente specie rare ed endemiche sardo-corse. Di notevole interesse i fruticieti a cisti ed eriche, la vegetazione di roccia a quella costiera. Presenza dell'unico pinnipede dell'area mediterranea (Monachus monachus) ormai assente in tutto l'Arcipelago e le coste toscane con l'esclusione di Montecristo. Importante sito di nidificazione per uccelli marini e legati ad ambienti rocciosi ed area di sosta per uccelli migratori. Presenza, fra i Rettili, del Phyllodactylus europaeus, specie endemica dell'area mediterranea occidentale, appartenente a un genere per il resto a distribuzione tropicale e tra gli Anfibi, da segnalare la presenza del Discoglossus sardus, specie endemica dell'area tirrenica. Numerose anche le specie di invertebrati endemici. L'isola di Montecristo dal 1999 è compresa nel Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. A partire dal 2007 i fondali attorno all'isola sono stati inseriti all'interno di un'area ZPS istituita dalla Regione Toscana. L'isolamento legato alla mancanza di una popolazione residente, la distanza dalla costa e i vincoli che hanno sempre gravato sull'isola, hanno contribuito al mantenimento di un'elevata naturalità e biodiversità degli ecosistemi marini. Formazioni a Lithophyllum byssoides sono distribuite in alcune porzioni dell'isola. Popolamenti a Cystoseira amentacea var. stricta sono distribuiti ovunque attorno all'isola, e sono inoltre presenti estesi popolamenti a C. spinosa e C. zosteroides nelle porzioni più profonde. Popolamenti coralligeni ben strutturati sono presenti ovunque attorno all'isola, con facies a Eunicella cavolinii, E. singularis e Paramuricea clavata.



DESCRIPTION

Granite island with vegetation degraded by previous fires and goat grazing. The landscape, however, is by no humanized (completely absent human disturbance), it could be improved by adjusting the population of herbivores. . The sea bottom are characterized by cliffs that quickly descend to great depths The extension of Posidonia oceanica, in relation to such morphology of the seabed, has a limited extension and is presented with a coverage in patches. Two submerged cavities open along the cliff: the cave called M2, which opens in Cala Corfu, in the south-eastern part of the island, has a development of about 350 square meters. The high incidence of the pasture has not completely compromise the importance of flora and phytogeographical of herbaceous vegetation, comprising rare and endemic species Sardinian-races. Of particular interest are fruticieti cyst and heather, rock vegetation in the coastal strip. Presence of the only pinniped in the Mediterranean (Mediterranean monk seal) now absent throughout the Archipelago and the Tuscan coast with the exclusion of Montecristo. Important nesting site for seabirds and tied to rocky areas and staging area for migratory birds. Presence, between the Reptiles, the Phyllodactylus europaeus, western Mediterranean area endemic species, belonging to a genre for the rest to tropical distribution and between the Amphibians, to signal the presence of the Tyrrhenian Painted Frog, endemic area tirrenica species. There are also numerous species of endemic invertebrates. The island of Montecristo from 1999 is included in the Tuscan Archipelago National Park. Since 2007 the seabed around the island have been included in the SPA area established by the Tuscany Region. The isolation linked to the lack of a resident population, the distance from the coast and the constraints that have always burdened on the island, have contributed to the maintenance of high naturalness and biodiversity of marine ecosystems. Formations Lithophyllum byssoides are distributed in some portions of the island. Populations of Cystoseira amentacea var. stricta are distributed everywhere around the island, and there are also extensive populations in C. spinosa and C. zosteroides in the deeper portions. Well structured coral-populations are present everywhere around the island, with facies Eunicella cavolinii, E. singularis and Paramuricea clavata.


Denominazione

Isola di Montecristo e Formica di Montecristo - area terrestre e marina

Codice

IT5160014

Regione

Toscana

Ente responsabile

Regione Toscana

Superficie (Ha)

15483.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

42.331900

Longitudine

10.309700

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

DGR 15 dicembre 2015, n. 1223

Allegato A
Non si rinvengono misure di conservazione generali riservate all'attività di pesca.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

DGR 15 dicembre 2015, n. 1223

ALLEGATO B
Sito interamente compreso nel Parco Nazionale “Arcipelago Toscano”, con Riserva Marina lungo tutto lo sviluppo costiero.

-Divieto di prelievo in natura di individui (a qualsiasi stadio di sviluppo) della patella
1012 Patella ferruginea
-Divieto di prelievo in natura di individui (a qualsiasi stadio di sviluppo) del dattero di mare
1027 Lithophaga lithophaga
-Divieto di prelievo in natura di individui (a qualsiasi stadio di sviluppo) del riccio diadema
1008 Centrostephanus longispinus
-Divieto di prelievo in natura di individui (a qualsiasi stadio di sviluppo) della magnosa
1090 Scyllarides latus
-Divieto di prelievo in natura di individui (a qualsiasi stadio di sviluppo) della nacchera
1028 Pinna nobilis

Il presente sito è interamente compreso nel Parco Nazionale “Arcipelago Toscano”.
Valgono anche le misure e i divieti previsti per il “Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano”, alle quali si rimanda.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili