Fondali Golfo di Rapallo

DESCRIZIONE

Residui di più importanti praterie di Posidonia impiantati su roccia o su matte di notevole spessore (anche 2 metri). Lungo il subsito di ponente le formazioni di Posidonia sono talvolta molto superficiali e vicine alla costa. Sul substrato duro sottocosta sono segnalate biocenosi ad alghe fotofile. Il sito è caratterizzato da 3 subsiti, residui di una più vasta prateria a Posidonia, habitat di interesse prioritario ai sensi della 92/43 CEE . Essa confina talvolta verso terra con formazioni rocciose . Pur presentando un discreto stato di conservazione sono auspicabili e possibili interventi di recupero. Esemplari delle specie Tursiops truncatus sono stati avvistati occasionalmente entro i limiti del sito.



DESCRIPTION

Residues of the most important Posidonia prairies implanted on rock or on very thick matte (also 2 meters). Along the western sub-site of Posidonia formations they are sometimes very shallow and near the coast. On the inshore hard substrate are reported to biotic photophilic algae. The site is characterized by three subsites, residues of a larger prairie Posidonia, of priority interest habitats under the 92/43 EEC. It adjoins sometimes ground with rock formations. While presenting a good state of preservation are desirable and possible recovery interventions. Specimens of Tursiops truncatus species have been sighted occasionally within the limits of the site.


Denominazione

Fondali Golfo di Rapallo

Codice

IT1332673

Regione

Liguria

Ente responsabile

Regione Liguria

Capitaneria di porto

n.d.

Superficie (Ha)

99.00

Lunghezza

0.00

Latitudine

44.338100

Longitudine

9.248900

MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI

D.G.R. N. 23 DEL 5 OTTOBRE 2015

Non si rinvengono misure di conservazione generali riservate all’attività di pesca.

MISURE DI CONSERVAZIONE SITO SPECIFICHE

D.G.R. N. 23 DEL 5 OTTOBRE 2015
ALLEGATO B

In relazione all’Habitat 1120 - praterie di Posidonia oceanica:
-È vietato realizzare nuovi campi di ormeggio per la nautica da diporto nelle aree occupate da habitat sensibili, se non per comprovate esigenze di salvaguardia degli habitat stessi e con tecnologie compatibili con tale obiettivo.
Nelle zone individuate dall’ente gestore con propri atti ufficiali l’ancoraggio delle unità navali è vietato o regolamentato. Sono escluse dal divieto le unità navali che effettuano attività di pesca professionale o attività istituzionali di ricerca scientifica o monitoraggio ambientale.

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili