ZTB regionale “Golfo di Catania”

DESCRIZIONE

Il golfo di Catania è il tratto di mar Ionio compreso tra il capo Mulini di Acireale, che lo delimita a nord e il capo Campolato di Augusta, che lo delimita a sud. La costa corrispondente è lunga circa cinquanta chilometri. Vista la sua estrema apertura ad arco, sarebbe più corretto definirlo "seno".
La parte a nord della costa si presenta rocciosa e frastagliata fino al Porto di Catania, ed è costituita da rocce basaltiche, frutto di molteplici eruzioni dell'Etna giunte fino al mare e di neck affioranti dal fondo marino che formano il piccolo arcipelago delle Isole dei Ciclopi e il roccione su cui sorge il Castello di Aci. A nord dell'abitato di Catania si trova l'insenatura di Ognina nella quale si trova il porto Ulisse, piccolo porto da pesca e diporto, nella quale sbocca un fiume sotterraneo chiamato anticamente Longina, che ha dato il nome al quartiere. In corrispondenza della Stazione Centrale di Catania la costa, alta e a strapiombo, viene chiamata, Scogliera d'Armisi, e vi si trovano delle grandi grotte laviche erose dal mare quasi del tutto inaccessibili da terra.


DESCRIPTION



Denominazione

ZTB regionale “Golfo di Catania”

Capitaneria di porto

Guardia costiera di Catania

VINCOLI E DIVIETI

Legge Regionale n° 25 del 1990

Divieto di pesca a strascico (vd. Piano di Gestione Sicilia (ex art.24 del Reg. (CE) n.1198/2006) - Strascico lft<18 m )

Documenti

Link

Multimedia

Foto non disponibili