AMP del Parco dell'Arcipelago della Maddalena

DESCRIZIONE

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena è una vasta area geomarina protetta composta da un insieme di isole, situate a nord-est della Sardegna, per la maggior parte totalmente disabitate o con esigui insediamenti umani, ad eccezione dell’isola di La Maddalena, sede dell’omonimo comune.


DESCRIPTION

The National Park of La Maddalena is a wide geomarina protected area consists of a set of islands, located north-east of Sardinia, for the most part totally uninhabited or by giving small human settlements, except the Island of La Maddalena , the seat of the municipality.


Denominazione

AMP del Parco dell'Arcipelago della Maddalena

Codice

31

Capitaneria di porto

Guardia costiera di Olbia

Flora e Fauna Ittica

La vegetazione del Parco è quella tipica della macchia mediterranea.
Il patrimonio floristico dell’Arcipelago di La Maddalena è composto da oltre 900 entità, di cui più di 50 endemiche e numerose altre di interesse fitogeografico. Di queste alcune sono note in Sardegna esclusivamente per l’Arcipelago di La Maddalena e costituiscono pertanto elementi di grande interesse scientifico; esse inoltre, in ragione della ristrettezza dell’areale, risultano particolarmente vulnerabili a fenomeni di alterazione ambientale.
Nell'Arcipelago, la componente endemica esclusiva o rara ha dato origine ad associazioni vegetali uniche, rare tra cui le basse formazioni ad Artemisia densiflora a Razzoli e i ginepreti a Juniperus phoenicea di Spargi, Caprera, Budelli, Santa Maria e la stessa La Maddalena. Il ginepro, il corbezzolo, la fillirea, il lentisco, il mirto, l’erica, il calicotome, il cisto e l’euforbia dominano l’area interna mentre, verso la costa, la vegetazione degrada dalla macchia più bassa alla gariga dove, tra le fitocenosi più caratteristiche, occorre menzionare quelle alofile (spiaggia dell’isola di Spargi, con dune sabbiose e vegetazione mediterranea). Le superfici sabbiose vedono la presenza di formazioni di alimieti, salicomieti e di vegetazione psammofila.
Il paesaggio vegetale delle isole è fortemente condizionato dal fattore vento, dall'insolazione e dall'aridità.
Nell’isola di Caprera sono presenti boschi di origine artificiale, per lo più pinete a Pinus pinea, dovuti a rimboschimenti effettuati nel secolo scorso. Anche la gariga costiera, soprattutto nell'isola di Razzoli, contribuisce a diversificare l'ambiente. Gli habitat formalmente censiti nel SIC-ZPS Arcipelago della Maddalena sono 15 di cui 6 prioritari: in particolare le formazioni a Posidonia oceanica, ancora in buono stato, accrescono il valore ambientale del sito. Anche la componente faunistica conferma l’elevato valore del patrimonio ambientale dell'Arcipelago, per la presenza sia di specie continentali sia di specie endemiche.
Nelle isole trovano riparo, oltre alla fauna stanziale, numerosi uccelli migratori la cui importanza conservazionistica è alla base dell'istituzione del SIC-ZPS IT010008 “Arcipelago della Maddalena”; particolare menzione meritano la berta maggiore, il gabbiano corso, l'uccello delle tempeste, il marangone dal ciuffo (Phalacrocorax aristotelis desmarestii), la cui presenza nel periodo di nidificazione è pari a circa il 10% della popolazione mondiale). Anche anfibi e rettili occupano un posto d'onore per la presenza di vere rarità e endemismi.

Zonazione

Guarda la mappa

Vincoli e Divieti

Norme di salvaguardia

Link

Multimedia

Foto non disponibili